pellegrinoDirettrice di collegamento con prevalente carattere commerciale univa le due grandi aree mercantili del Medioevo, il Mediterraneo e il Mare del Nord, ma fu anche molto utilizzata come itinerario di pellegrinaggi.

Dai territori d'oltralpe giungeva sino a Roma, per questo era detta anche "Romea".

Definire un percorso netto e preciso per la Via Francigena è impossibile in quanto non è mai esistita veramente. In epoca medievale lo stesso concetto di strada era molto differente da quello contemporaneo; contrariamente a quanto avveniva durante l'lmpero Romano, si trattava di tracciati stradali scanditi da punti di riferimento fissi, tra i quali però il percorso poteva subire diverse variazioni motivate dalla necessità di transitare per una località piuttosto che da un'altra, da ragioni climatiche, stagionali, di sicurezza e così via.

Ne risulta quindi un reticolo di percorsi che si diramano sul territorio per poi riunirsi convergendo su determinati punti focali.Ed è proprio attraverso questi luoghi, molti dei quali conservatisi fino ai giorni nostri, che possiamo ritrovare il segno tangibile della Via Francigena.

In molti tratti corrispondeva all'attuale via Cassia, ma utilizzava parti di tracciato di strade diverse in modo da collegare il maggior numero di centri abitati.

L'itinerario principale, o almeno quello più conosciuto, è quello che partendo da Siena e sfruttando il fondovalle dell'Arbia raggiungeva Buonconvento, S. Quirico d'Orcia, primo centro abitato importante e attraverso Castiglion d'Orcia raggiungeva le pendici del Monte Amiata ad Abbadia S. Salvatore.

Ultimi Eventi

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information